Polpo e pomodoro. Un romantico incontro.

L’estate non è finita. Ebbene si. Non è mia intenzione rivoluzionare il calendario, tantomeno mi sono fatto annebbiare la mente da questo insolito caldo. Semplicemente vi suggerisco un modo per sentirvi ancora con i piedi nella sabbia e la pelle avvolta dalla salsedine. Come? Pochi prodotti, un’ ora di tempo ed una cucina!

Cominciamo dagli ingredienti di questo gioco. Polpa di pomodoro, peperoni rossi, una cipolla (rossa anche lei, preferibilmente!), olive nere e del polpo verace. Non dimenticate di tenere a portata di mano dell’olio extravergine di oliva, sale ed aceto.

Le dosi? Come faccio a sapere io per quanti commensali preparerete questa prelibatezza?!?

Iniziate a tagliare a fette sottili i tentacoli del polpo, che se foste in due, peseranno circa 250 grammi. Tuffateli in abbondante acqua resa acidula con due cucchiai di aceto bianco. Mentre il nostro mollusco si cuoce per una decina di minuti, tagliate un peperone a cubetti di un centimetro quadrato e mondate la cipolla. Se avrete fatto attenzione a procurarvi una cipolla rossa di Tropea, il compito sarà meno arduo: contiene meno acidi sulfenici, colpevoli della nostra lacrimazione. Per evitarla, qualcuno suggerisce di tagliarne metà ed appoggiarla sulla testa: a scapito del profumo dei capelli però! Io molto più semplicemente la taglio grossolanamente, ne copro una piccola quantità con una mano, infilo la lama del coltello tra il pollice e l’indice, e con piccoli movimenti dall’alto verso il basso, la riduco in poltiglia.

Spegnete il fuoco sotto al polpo, in modo da farlo raffreddare, e dedicatevi alla salsa di pomodoro. Mettete in un tegame cipolla e olio extravergine di oliva e quando comincerà a soffriggere, aggiungete i cubetti di peperone. Quando l’odore sprigionato vi farà ricordare l’estate e il rumore che proviene dal tegame sarà simile a quello di una doccia sulla spiaggia, aggiungete un barattolo di polpa con basilico, regolate di sale, e lasciate cuocere per una ventina di minuti a fuoco vivace. Mentre il pomodoro cuoce, denocciolate le olive, frullatele con un goccino d’olio, e riducetela a pate’. Ora non vi resta che scatenarvi con la fantasia: trovate il modo più divertente di far convivere in un unico boccone il polpo, la salsa di pomodoro ed il pate’ di olive. Come rendere ancora più speciale questo piatto? Condividetelo con una persona che amate e accompagnatelo con un Vermentino di Gallura.

Pettirosso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...