Ragù alpino. Solo un’altra storia d’amore…

Chi lo avrebbe mai detto che per imparare a fare un Ragù di solo pomodoro bisognava arrivare a 1200 metri d’altezza, in una piccola baita in Val Seriana?

Questo weekend mi sono divertito a seguire una coppia di ragazzi partiti da Milano alla volta di Gromo San Martino. Perché? La ragazza, appena ha visto il ragazzo, lo ha guardato con occhi sognanti e gli ha dato una bottiglia di polpa di pomodoro Petti.

“L’altra sera ho utilizzato l’ultima che avevi in dispensa. Non posso lasciarti senza.”

“Ti piace il pomodoro, ho capito.” – rispose il ragazzo – “Portiamo la bottiglia con noi.”

Si erano conosciuti due giorni prima, durante una festa a casa di Lui, galeotti furono una bottiglia di Amarone e la spaghettata di mezzanotte preparata da Lei. Una semplice serata si era trasformata nell’incontro perfetto.

Dopo pochi minuti che erano saliti in macchina la ragazza però, decise di rivelargli qualcosa che Lui non poteva sapere. “Io non sono abituata alla montagna. Anzi, a dire il vero, nemmeno mi piace. Sono cresciuta in una città di mare, il punto più alto dove sono stata probabilmente è il Vomero, dove abitano i miei genitori.”

Lui stette zitto per un momento e poi, con un sorriso, le disse: “Cercherò di farti sentire a casa”.

Stavano correndo troppo? Perché Lui, abituato a stare solo, l’aveva invitata in montagna dopo appena due giorni di conoscenza? Perché Lei, ragazza cittadina, aveva accettato?

Una volta arrivati Lui si accorse dell’aria smarrita di Lei e le disse: “Penso a tutto io. Tu mettiti comoda”. Lei annuì e Lui cominciò a preparare la cena.

Con mezza cipolla trovata in cantina preparò il soffritto, a cui aggiunse 3 acciughe per renderlo più saporito. Prese 100 grammi di pomodori secchi sott’olio, ne tagliò alcuni a strisce sottili ed altri li spezzettò grossolanamente con le mani.

“Adesso l’ingrediente più importante” – disse Lui – “la polpa di pomodoro che hai portato tu”. Ne versò metà bottiglia, il sugo aveva bisogno di un’ora di cottura. Quando i pomodori secchi si sciolsero quasi del tutto, il nostro cuoco aggiunse il resto della polpa di pomodoro Petti e una presa di sale. Dopo altri 20 minuti di cottura la salsa era pronta.

Si sedettero ad un tavolone di legno, con davanti un piatto di pasta al Ragù di solo pomodoro e un bicchiere di vino.

Volete sapere quali magie ha compiuto il rosso del sugo e quello del vino?

La ragazza finì di apparecchiare la tavola: trovò un pezzo di carta che adattò a due tovagliolini, due forchette ed un mozzicone di candela che sistemò su una vecchia bottiglia.

Il ragazzo si lasciò stregare da quei gesti e alla luce della candela, tra i bagliori rossi, disse: “Ti amo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...