Cosa asPETTI ad amare? Cap. XII

Cuocevano nella loro acqua, i polipetti veraci e, tra un bollore e l’altro, sognavano l’amore senza sapere che di lì a poco l’avrebbero conosciuto. Inebriati da un odore dolce e fresco, non si accorsero nemmeno di essere stati catapultati in un bel tegame di coccio.

Ed ecco, dall’alto quell’odore prese una forma e un colore: la rossa e fragrante passata si insinuò tra grinfiette e tentacoli solleticando i polipetti che in breve non capirono più nulla. Si erano innamorati di quella passata così delicata e allo stesso tempo così saporita!

Ma come dirle di quest’amore improvviso e travolgente? Ci pensò quel ficcanaso del prezzemolino, che fu il Cupido di un amore eterno.

piccolinopetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...